Come cambia il Couture Fashion Week

//Come cambia il Couture Fashion Week

Come cambia il Couture Fashion Week

Domenica prossima, 550 giornalisti provenienti da 25 paesi si riuniranno a Parigi insieme a alcuni dei più affezionati e più ricchi consumatori di moda mondiali per l’inaugurazione delle collezioni Autunno-Inverno 2017-2018 Haute Couture.

Come un evento indipendente, posto nel cuore dell’estate europea, questa settimana è una sorta di tregua per la moda: solo tre giorni, a differenza della maratona pronta all’usura di otto giorni. È un momento piacevole per ammirare l’opera dei più grandi couturiers del mondo e delle loro squadre di artigiani qualificati.

La Settimana della moda di Haute Couture è un’istituzione sacra riservata ai migliori creatori di alta patrocinata da Chambre Syndicale de la Haute Couture.

Seguendo rigorose linee guida, descritte per la prima volta nel 1945 (quando più di 100 case hanno riportato l’etichetta), ogni casa accreditata è obbligata a disporre di un atelier interno in cui gli abiti sono adattati personalmente ai clienti e poi realizzati da un team di 20 o più che utilizzano tecniche riconosciute di savoir-faire.

Oggi rimangono solo 15 marchi con questa distinzione – maison storiche come Chanel e Christian Dior, così come couturiers contemporanei come Giambattista Valli e Ulyana Sergeenko russo – e dei 36 nomi nei prossimi giorni, solo 13 case accreditate appaiono: Givenchy e Yiqing Yin sono seduti in questo round.

2017-06-29T12:55:11+00:00giugno 29th, 2017|News|0 Comments